Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

L'ASL di Biella protagonista in più occasioni scientifiche nazionali

 

Chirurgia urologica mininvasiva in diretta streaming dall'Ospedale ASL BI 28092017

Intervento di Chirurgia urologica mini-invasiva in diretta dall'Ospedale dell'ASL BI e proiettato in videoconferenza a Brescia, giovedì 28 settembre 2017 (dalla TV)

 

Operare in diretta per crescere e far crescere. Settembre 2017 è stato un mese propizio, per la Struttura Complessa (SC) Urologia dell'Ospedale dell'ASL di Biella, per mostrare in più occasioni l'utilizzo di tecniche chirurgiche innovative "in video surgery". Diversi gli appuntamenti duranti i quali l'équipe diretta dal dottor Stefano Zaramella, è stata invitata ad operare "in diretta streaming" mostrando ai partecipanti metodi e strumenti per l'approccio mini-invasivo.

L'Urologia di Biella era presente ad Asti da mercoledì 20 a venerdì 22 settembre in occasione del "Tecnology & Training in Urologia Laparoscopica". Si tratta dell'evento scientifico più significativo a livello nazionale sul tema della laparoscopia in Urologia al quale vengono invitati i più importanti Chirurghi italiani.

Altri due interventi in diretta sono stati eseguiti dall'équipe biellese mercoledì 27 settembre, in occasione del Corso sul tumore prostatico presso l'Università degli Studi di Tor Vergata a Roma e giovedì 28 settembre. Quest'ultimo realizzato direttamente dal nostro Ospedale e proiettato in videoconferenza durante "AGILE Surgery Days" di Brescia, congresso monotematico dedicato alla chirurgia mininvasiva del tumore alla prostata.

F_news_dr_zaramella_28092017.jpg

"In tutte e tre le occasioni – ha sottolineato il dottor Stefano Zaramella (nella foto) – sono stati realizzati interventi di prostatectomia radicale in laparoscopia, eseguendo al tempo stesso una ricostruzione dello sfintere striato; nei pazienti con un tumore alla prostata questa azione consente, infatti, un recupero più veloce della continenza, ma soprattutto riduce al minimo l'invasività. Grazie alle potenzialità tecnologiche nelle nostre sale operatorie e al contributo della Ingegneria Clinica di Biella diretta dall'ingegner Alberto Petti, abbiamo avuto l'opportunità di offrire in queste occasioni il nostro contributo tecnico e scientifico, valorizzando soprattutto la volontà di far conoscere la realtà biellese al di fuori dei confini provinciali e regionali", come si legge nel Comunicato trasmesso dall'Addetto Stampa della nostra Azienda Sanitaria Locale.

Condividi