Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Con il "grazie" alle équipe di Gastroenterologia e Dietologia

 

Rita Bellizzi con il gruppo di Dietologia ASL Biella 2017

La signora Rita Bellizzi (nella foto, la prima a sinistra) con l'èquipe di Dietologia dell'ASL di Biella, diretta dal dottor Michelangelo Valenti

 

Pubblichiamo la lettera di ringraziamento che una dipendente della nostra Azienda Sanitaria Locale ha voluto scrivere per raccontare una sua esperienza personale, trasmessa dall'Addetto Stampa dell'ASL BI mercoledì 11 ottobre 2017:

F_news_bellizzi_gastro_2017.jpg

"È una esperienza che ho vissuto in prima persona quella che voglio raccontare. Mi chiamo Rita Bellizzi e sono una Operatrice Socio Sanitaria dell'ASL di Biella (nella foto a destra, con l'équipe di Gastroenterologia). Il 4 luglio 2016 rappresenta una data storica per me, perché è quella in cui la mia vita è profondamente cambiata. Pesavo 106 kg e per risolvere la grave obesità, che mi ha accompagnato per tanti anni, ho deciso di sottopormi ad un intervento per l'inserimento del palloncino intragastrico nello stomaco. Ci tengo a raccontare la mia vicenda perché è soprattutto la descrizione di un percorso di salute in cui ci sono molti protagonisti, tutti importanti e nei cui confronti nutro una profonda gratitudine. Desidero ringraziare il dottor Franco Ferrero, gastroenterologo, e tutto il personale, infermieristico e O.S.S.; colleghi che in più situazioni ho ritrovato al mio fianco in questa situazione.
Grazie al dottor Michelangelo Valenti e alla sua équipe di Medici e Dietiste che ancora oggi continuano a seguirmi. Questo intervento, che sento di consigliare a chi vive una situazione simile alla mia, è solo il primo passo. Perché se è vero che l'operazione mi ha cambiato la vita, è pur vero che è necessario essere costanti nella vita di ogni giorno: con una alimentazione sana e praticando sport. Scegliere di intraprendere questa strada significa soprattutto decidere di rimettere in gioco se stessi e avere la volontà di continuare ad impegnarsi".
Rita Bellizzi

Condividi