Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Venerdì 1° dicembre all'Ospedale dell'ASL di Biella un pomeriggio di approfondimento e confronto

 

Dr Gianni Bonelli DG ASL BI al convegno BVS-P 01122017

L'intervento del Direttore Generale dell'ASL BI, dottor Gianni Bonelli al Convegno della Biblioteca Virtuale per la Salute - Piemonte. Al tavolo dei Relatori, il Presidente della Fondazione 3Bi, dottor Carlo Peruselli ed il Coordinatore del Comitato Scientifico BVS-P, dottoressa Cristiana Marchese dell'Azienda Ospedaliera Ordine Mauriziano di Torino, presso la Sala Convegni dell'Ospedale degli Infermi nel pomeriggio di venerdì 1° dicembre 2017

 

Uno strumento prezioso di aggiornamento messo a disposizione dalla Regione Piemonte per i Professionisti della Salute.
È stata una occasione di crescita e di approfondimento importante quella di venerdì 1° dicembre 2017 all'Ospedale degli Infermi dell'ASL di Biella con il Convegno su

.

F_news_dr_demicheli_01122017.jpg

Una realtà che da dicembre dello scorso anno - con la gestione del servizio e la relativa funzione di coordinamento sovrazonale delle attività delle Biblioteche Biomediche, dei Centri di documentazione e dei Centri per l'informazione esistenti - è affidata all'ASL di Biella e alla sua Biblioteca aziendale, la Biblioteca Biomedica Biellese (3Bi) (nella foto, l'intervento del dottor Vittorio Demicheli della Regione Piemonte).

Un evento organizzato per riflettere sul contributo che la BVS-P, le Biblioteche Biomediche e i Centri di documentazione rivestono oggi per promuovere la ricerca e l'innovazione nel Servizio Sanitario.
Tra i temi affrontati il ruolo della ricerca sanitaria in Piemonte, con uno sguardo a 360 gradi sulle realtà regionali - ma anche nazionali e internazionali – e con un intervento dedicato al coinvolgimento dei cittadini e dei pazienti in tale ambito.

Tra gli obiettivi di sviluppo futuri della BVS – messi in evidenza anche in questa occasione - vi è di certo quello di connettersi sempre di più con le Reti bibliotecarie piemontesi, incrementando ulteriormente la diffusione dei programmi di formazione.

Un catalogo con:

  • più di 2.000 periodici elettronici acquisiti e diverse centinaia di riviste Open access
  • 7 Banche Dati
  • 398 e-books acquisiti
  • 10.000 utenti iscritti
  • 90.000 accessi all'anno di professionisti.

Sono questi i numeri della Biblioteca Virtuale per la Salute (BVS) della Regione Piemonte che è sempre più consultata ed utilizzata dagli addetti ai lavori.

La premessa che ha portato nel 2009 alla creazione della BVS, sulla scorta delle esperienze della Regione Lombardia e della Provincia autonoma di Bolzano, è che l'attività clinica, molto complessa, rende indispensabile che il personale sanitario abbia accesso ad informazioni di qualità e di facile consultazione e che possa accrescere le sue competenze nella ricerca documentale e nella valutazione critica delle informazioni, come riportato nel Comunicato trasmesso dall'Addetto Stampa della nostra Azienda Sanitaria Locale.

Condividi