Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Da sin  Mauro Silvani Mario Ciletti Luigi Quaresima Giorgio Rizzo Giacomo De Stefano Blocco Operatorio Nuovo Osp 03-03-2015

 Sette specialisti da tutta Italia per assistere agli interventi condotti dall’Urologia del “Degli Infermi”

Nella tarda mattinata di martedì 3 marzo 2015, presso la Sala Riunioni al quarto piano del “Degli Infermi” dell’ASL BI a Ponderano (BI), si è tenuta la Conferenza Stampa sul “Master nazionale di CHIRURGIA URO-ANDROLOGICA nel Blocco Operatorio del Nuovo Ospedale dell’ASL BI”, al quale hanno partecipato sette professionisti provenienti da prestigiose realtà sanitarie ed universitarie d’Italia per assistere agli interventi condotti dall’Urologia del “Degli Infermi”.
La nostra Azienda Sanitaria Locale è stata scelta come centro di riferimento dalla Società Italiana di Andrologia.
È disponibile il Comunicato Stampa trasmesso dalla Struttura Semplice Pubbliche Relazioni, Accessibilità e Comunicazione della nostra ASL.

 

Hanno preso la parola:

  • Il Direttore Generale dell’ASL BI, dottor Gianfranco Zulian che ha evidenziato “la partecipazione al Master di specialisti urologi provenienti da centri urologici di grande rilievo”.
  • Il Direttore Amministrativo dell’ASL BI, dottor Eugenio Zamperone che ha ripercorso, in sintesi, “la storia dell’Urologia biellese” legata ai nomi dei professori Mario Negro ed Alessandro Gibba.
  • Il Direttore dell’Ospedale degli Infermi, dottor Angelo Penna che si è congratulato con “il dottor Mauro Silvani che ha raccolto l’eredità dell’Urologia biellese in un momento non facile e l’ha fatta crescere”.
  • Il Direttore facente funzione della Struttura Complessa (S.O.C.) Urologia dell’ASL BI, dottor Mauro Silvani che ha commentato di “aver sempre creduto, con entusiasmo, nella Struttura Complessa di Urologia. La Chirurgia Andrologica non è ludica ma sociale. Bisogna essere estremamente meticolosi in ogni passo dell’intervento”.
  • Il medico urologo della Clinica Urologica del professor Mirone, di Napoli, dottor Giacomo De Stefano che dopo aver ringraziato la Società Italiana di Andrologia (S.I.A.) “per aver sostenuto tutte le spese per la partecipazione al Master”, ha spiegato che “nell’Ospedale dell’ASL BI è stata impiantata una protesi peniena tricomponente, di elevata qualità. In altri centri, anche universitari, si usano protesi di qualità inferiore”.
  • Il medico urologo della Clinica Urologica del professor Muzzonigro, di Ancona, dottor Luigi Quaresima che ha rivolto un sincero grazie a “S.I.A., dottor Silvani come tutor e Direzione dell’ASL BI che ci ha accolti”.
  • Il medico urologo della “Seconda Università – Università degli Studi di Roma 2”, di Roma, dottor Giorgio Rizzo che ha sottolineato che “vedere l’approccio di vari professionisti, girando le diverse sedi del Master, ci fa crescere”.
  • Il medico, ancora specializzando in Urologia, dell’Università ”La Sapienza”, di Roma, dottor Mario Ciletti che ha ricordato “l’importanza del Master per poter conoscere la tecnica più utile”.

Tutti d’accordo i partecipanti al Master, nell’affermare che “qui, a Biella, è stata l’esperienza più bella, finora delle quattro sedi visitate”.

 

Alcune immagini

 

(Nell'immagine a testa di pagina, da sinistra, il Direttore facente funzione della Struttura Complessa (S.O.C.) Urologia dell’ASL BI, dottor Mauro Silvani ed i partecipanti al Master nazionale di Chirurgia Uro-Andrologica nel Blocco Operatorio del Nuovo Ospedale dell’ASL BI: i dottori Mario Ciletti, Luigi Quaresima, Giorgio Rizzo e Giacomo De Stefano, martedì 3 marzo 2015)


L’Ospedale degli Infermi dell’ASL BI si conferma ancora una volta all’avanguardia per alcune attività che richiamano specialisti da tutta Italia e dall’estero, che intendono apprendere particolari e complesse tecniche chirurgiche in uso nel nosocomio biellese.
Dopo martedì 10 e mercoledì 11 febbraio, ancora martedì 3 e mercoledì 4 marzo, l’Ospedale degli Infermi ospiterà infatti alcuni medici urologi under 40, provenienti da diverse realtà ospedaliere ed universitarie d’Italia, nell’ambito di un master formativo in Chirurgia Uroandrologica.

La Struttura Complessa (S.O.C.) Urologia dell’ASL BI, diretta dal dottor Mauro Silvani, è stata infatti designata come centro di riferimento dalla Società Italiana di Andrologia e scelta come sede itinerante del master.
In particolare, il 10 e l'11 febbraio, tre medici urologi sono arrivati da Macerata, Palermo e Roma. Nella tornata successiva sarà la volta di altri quattro medici provenienti da Ancona, Napoli e Roma.

Gli specialisti urologi hanno modo di valutare e di apprendere, direttamente in sala operatoria, alcune delle tecniche chirurgiche più avanzate nella terapia della disfunzione erettile e nella correzione delle malformazioni genitali. In loro presenza vengono pertanto eseguiti dal dottor Silvani in persona e dall’urologo Sabino Quaranta, Dirigente medico facente parte della medesima struttura, interventi di:

  • implantologia protesica su pazienti giovani affetti da deficit erettile, insorto dopo chirurgia per neoplasia;

  • plastica correttiva per deformità del pene e ricostruttiva per neoplasia peniena.

Al Degli Infermi, negli ultimi cinque anni sono stati eseguiti ben 130 interventi in questi ambiti specifici, numeri sovrapponibili agli altri centri di riferimento nel panorama nazionale. Il 70% dei pazienti operati nel nosocomio biellese proviene da altre province ed il 40% da fuori regione (in particolare, da Lombardia e Veneto). Questo tipo di chirurgia si pone l’obiettivo di coniugare il risultato estetico e quello funzionale ed è considerata ultraspecialistica, al punto tale che solo poche Urologie in Italia sanno eseguirla.

“Far parte dei centri italiani individuati per il master evidenzia ancora una volta la qualità delle prestazioni erogate dall’Ospedale degli Infermi, che si conferma, in questo ambito specifico, centro di eccellenza anche nella nuova sede – spiega il dottor Silvani -. I discenti avranno l’occasione di valutare l’efficienza delle modernissime ed innovative sale operatorie del nostro nosocomio, che rappresentano uno dei “fiori all’occhiello” della nuova struttura”.

Il master è, inoltre, articolato in una serie di lezioni frontali, in cui vengono approfonditi gli aspetti diagnostici delle patologie trattate, alla luce delle recenti linee guida in Urologia.
Conclude il dottor Mauro Silvani: “Un ringraziamento particolare va a tutto il personale infermieristico della sala operatoria e al coordinatore Alberto Tirapelle, nonché al dottor Claudio Pissaia, Direttore della Struttura Complessa Anestesia e Rianimazione, per lo sforzo organizzativo logisticamente strategico, che ci consentirà di poter accogliere i Medici urologi che frequentano il master. Grazie anche alla Direzione Medica di Presidio ed alla Direzione Generale dell’ASL BI per aver concesso le fondamentali autorizzazioni all’evento e per aver aderito pienamente a questo progetto davvero importante per il nostro Ospedale”, come si legge sul Comunicato Stampa trasmesso dalla Struttura Semplice Pubbliche Relazioni, Accessibilità e Comunicazione della nostra Azienda Sanitaria Locale.

Ecco il trailer e il video completo con intervista al dottor Silvani su questa particolare tecnica di implantologica protesica.

 

Condividi