Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Da circa 20 anni non si teneva un incontro di tale portata. Presenti circa 120 chirurghi provenienti da Piemonte, Liguria e Valle d'Aosta

 

Ospedale ASL BI scorcio esterno ingresso 17042017

Uno scorcio esterno dell'ingresso dell'Ospedale degli Infermi dell'ASL di Biella, sede del Congresso interregionale dell'ACOI

 

Biella protagonista del Congresso interregionale dell'Associazione Chirurghi Ospedalieri Italiani (ACOI). Un appuntamento scientifico importante presso la Sala Convegni dell'Ospedale degli Infermi, quello di sabato 8 aprile 2017, durante il quale professionisti del settore si sono confrontati su: "La sepsi a partenza addominale". Un tema affrontato in modo moderno, con un approccio multidisciplinare.

F_news_dr_polastri.jpg

Da circa 20 anni a Biella non si teneva un Convegno chirurgico di tale portata e quest'anno il Direttivo dell'Associazione ha affidato il compito al dottor Roberto Polastri, Direttore della Struttura Complessa (SC) Chirurgia Generale dell'ASL BI (nella foto) che, coadiuvato dalla Segreteria Scientifica, composta dai suoi collaboratori dottori Roberto Perinotti e Mauro Pozzo ha portato a Biella circa 120 chirurghi provenienti da:

  • Piemonte
  • Liguria
  • Valle d'Aosta.

Particolarmente numerosa anche la presenza di giovani chirurghi, in linea con la visione fortemente sostenuta negli ultimi anni dall'ACOI. Sono stati, infatti, loro a riportare le esperienze maturate nelle più prestigiose Scuole chirurgiche italiane. A stilare le conclusioni i Direttori dei più accreditati Reparti del Nord Ovest italiano, tra cui Torino Novara, Genova e Cuneo.

Un convegno di grande rilevanza che testimonia ancora di più il percorso di modernità che la Chirurgia di Biella già da qualche anno ha puntato ad avere, proponendosi come Centro di riferimento clinico e scientifico nel panorama chirurgico piemontese e nazionale, come si legge nel Comunicato trasmesso dall'Addetto Stampa della nostra Azienda Sanitaria Locale.

 

Condividi